Celebrazioni malatestiane
 
l due francobolli che vengono emessi sul tema "Celebrazioni Malatestiane" vogliono costituire una sorta di pax filatelica fra la Repubblica di San Marino ed i Malatesti, Signori di Rimini ed acerrimi nemici del Titano almeno fino al 1463. In quellíanno, infatti, fu posto termine a quel travagliato e burrascoso periodo che vide, per oltre 150 anni, militarmente contrapposti i Malatesti ed i sammarinesi. E fu proprio in quellíanno che la Repubblica di San Marino raggiunse quella che sarą poi la sua definitiva estensione territoriale ottenendo dal Trattato di pace che fu concluso con lo sconfitto Sigismondo Malatesta i territori di Fiorentino, Montegiardino e Serravalle.
La serie vuole anche essere un omaggio allo straordinario periodo storico che a metą Quattrocento ha prodotto, fra Rimini ed Urbino, fenomeni di cultura di rilevanza mondiale.
Sul francobollo di L. 800 appare il Tempio Malatestiano di Leon Battista Alberti, líopera che sicuramente, insieme allíArco díAugusto, individua la Cittą e ne costiutisce líorgoglio; la fama dellíedificio rispecchia la fama del suo committente: Sigismondo Pandolfo Malatesta che ha retto la Signoria di Rimini dal 1432 al 1463. Sul valore di L. 1200 Ź il "Cristo in Pietą" di Giovanni Bellini custodito presso il Museo della Cittą, commissionato al grande artista veneziano dalla famiglia dello stesso Sigismondo Malatesta.

 

1775 quartina

1775 minifoglio

1776 quartina

1776 minifoglio

Clicca per vedere la quartina o il minifoglio

Data di emissione: 19 febbraio 2001
Valori di L. 800 e 1200 in fogli di 20 esemplari
Tiratura: 130.000 per il valore di £. 800, 140.000 per quello di £. 1.200
Stampa in offset, Cartor Security Printing
Bozzetti a cura della T.P.A. di Parma
Formato dei francobolli mm 28,5 x 40 - Dentellatura 13 x 13